• 1
  • 2
  • 3

Installare JOOMLA in locale su Raspberry PI (Raspbian)


 

Con il seguente tutorial vogliamo guidarvi alla corretta installazione in locale del celebre CMS Joomla su di un sistema Raspbian (scheda Raspberry PI).  Questo sistema è utilissimo sia per chi vuole ospitare un piccolo sito web in casa, sia per chi ha bisogno di un ambiente test di sviluppo per la piattaforma Joomla.
Prima di procedere è obbligatorio aver a disposizione una scheda Raspberry PI con all'interno una memoria contenente il sistema operativo Raspbian. Nel caso in cui dobbiate ancora eseguire questa operazione seguite uno dei due link sopra riportati:
 
In secondo luogo è importante aver allestito il nostro sistema operativo con un Server LAMP (Linux, Apache, MySQL e PHP) per il corretto funzionamento di tutte le interfacce web. Non dimentichiamoci di installare anche phpMyAdmin. Nel caso in cui non aveste già provveduto ad effettuare tali installazioni è necessario seguire la seguente guida:
 
Una volta realizzato un ambiente di lavoro conforme ad ospitare il CMS Joomla possiamo procedere con il download della sua ultima versione disponibile. Personalmente utilizzo sempre la versione già tradotta in italiano presente sul portale nazionale:
 
 
Nel momento in qui stiamo scrivendo questa guida l'ultima versione disponibile è la 3.6.5. Una volta terminato il download andiamo ad estrarre l'archivio zip in una cartella a nostro piacimento. Noi la chiameremo banalmente joomla.
 

NB. il nome della directory appena selezionata sarà parte integrante del nostro url di accesso.

 
Ora selezioniamo la cartella e spostiamola nella cartella destinata al server web:
/var/www/html
 
Nel caso in cui la cartella non fosse scrivibile abbiamo due strade: o effettuare lo spostamento con privilegi di amministratore, o rendere scrivibile la cartella stessa. Noi seguiremo la seconda strada.
chmod -R 777 /var/www/html
 

NB. cosi facendo tutti i contenuti della cartella diventeranno scrivibili.

 
Ora dobbiamo creare un database MySQL di supporto a Joomla. Per far ciò apriamo il browser e rechiamoci all'indirizzo
 
localhost/phpmyadmin
 
Una volta effettuato il login, in alto a sinistra, troveremo la voce "database" che se selezionata ci porterò al pannello di creazione di un nuovo database. Potremo assegnare il nome che preferiamo (noi utilizzeremo joomla).
 
Ora possiamo finalmente procedere alla vera e propria installazione di Joomla recandoci all'indirizzo
 
localhost/joomla
 

NB. al posto di joomla va inserito il nome della cartella che avete scelto all'inizio.

 
Qui avremo a disposizione una semplicissima installazione guidata dove andremo ad impostare il nome del sito, l'account di amministratore e tutte le informazioni relative al server MySQL creato grazie a phpMyAdmin (per approfondimenti guardate il video).
 
Una volta terminata l'installazione il sistema ci fornisce due avvisi: il primo riguarda la necessità di eliminare la cartella installation, il secondo invece riguarda la realizzazione del file configuration.php.
Quindi prima di procedere apriamo il terminale e per eliminare la directory di installazione diamo il comando 
rm -fr /var/www/html/joomla/installation
 
NB. al posto di joomla inserite il nome della vostra directory
 
Per creare il file di configurazione invece, sempre da terminale diamo il comando 
 
nano /var/www/html/joomla/configuration.php
 
incolliamo all'interno il contenuto suggerito dalla pagina di installazione Joomla e per salvare premiamo il tasto F2 seguito da s o y (a seconda se la lingua di sistema è italiano o inglese).
 
A questo punto possiamo terminare l'installazione e goderci il nostro CMS Joomla perfettamente funzionante.